Benvenuto


Questo è il nostro spazio, che gestiremo insieme. Leggete i miei post, inviate i vostri commenti ed, insieme, cercheremo di rendere interessanti questi momenti dedicati a Noi ed al nostro Mondo.
Clo

mercoledì 25 gennaio 2012

Cicerchiata



La circhiata è un dolce tradizionale, simile agli strufoli napoletani. Il suo nome deriva da “cicerchia”, che significa cece. E’ infatti  costituito da tante palline di pasta, simili a ceci, fritte e passate nel miele e disposte a forma di ciambella. E’ molto diffusa in Umbria, Molise, Marche e in Abruzzo questo dolce è spesso legato alla ricorrenza del carnevale.

Ingredienti:
500 gr di farina 00
6 uova
100 gr di burro
un limone non trattato
2 cucchiai di zucchero
500 gr circa di miele
2 arance non trattate
50 gr di arancia candita
100 gr di filetti di mandorle  tostate
codette colorate per decorare q.b.
un pizzico di sale
 olio di semi di arachidi per friggere

Disporre a fontana la farina setacciata sul piano di lavoro. Unire nel centro le uova., lo zucchero, il burro lasciato a temperatura ambiente, la buccia grattugiata del limone e un pizzico di sale. Lavorare gli ingredienti fino a ottenere un impasto elastico e morbido. Se occorre aggiungere un poco di farina. Lasciare riposare l’impasto per 30 minuti. Ricavare dalla pasta dei bastoncini grossi come una matita e, come per fare gli gnocchi, tagliarli a tocchetti di circa mezzo centimetro (come ceci). Friggerli in olio abbondante ben caldo e quando saranno dorati scolarli con una schiumarola e appoggiarli su carta assorbente da cucina per eliminare l’unto in eccesso. Far scaldare il miele con 4 cucchiai di zucchero in un largo tegame fino a farlo diventare leggermente bruno. Allontanare la pentola dal fuoco, unire la buccia grattata di due arance (solo la parte arancione) e versare le “palline” di pasta fritte. Mescolare con un cucchiaio di legno in  modo che si ricoprono uniformemente di miele. Infine unire i filetti di mandorle tostate e mescolare ancora. Rovesciare il tutto in uno stampo a ciambella con cerniera, unto di olio, cospargere di codette colorate e qualche pezzetto di arancia candita tagliata a julienne .
Si può dare alla cicerchiata la forma a ciambella  anche senza stampo. Avvolgere un bicchiere da cucina con carta forno e sistemarlo nel mezzo di un piatto piano. Con il cucchiaio di legno prendere le palline di pasta e metterle intorno al bicchiere. Premere con il cucchiaio, in modo che si attacchino le une alle altre. Con le mani bagnate sotto l'acqua fredda dare la forma a ciambella. Decorare con le codette colorate, la julienne di arancia candita e le mandorle tostate. Quando il miele è freddo, togliere il bicchiere.
Con queste quantità degli ingredienti si preparano due ciambelle come quella nella  foto.
Per praticità si possono preparare delle porzioni singole in pirottine di carta.









26 commenti:

  1. E sì! Da buona abruzzese inizio anch'io con la cicerchiata, a carnevale è d'obbligo!
    La mia ricetta tradizionale però prevede l'olio nell'impasto e non il burro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà sicuramente buona anche con l'olio! Le donne abruzzesi sono delle bravissime cuoche! Un bacio!

      Elimina
  2. Che belle foto e che voglia d'assaggiare un chicco...Oh Clo quanto mi piace il Carnevale se non altro per i dolci fritti!!!
    Meravigliosa la cicerchiata...COMPLIMENTI!!!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Renata! Anche a me piacciono i dolci fritti di Carnevale! Sono pronta per iniziare! Un bacio a tutta la famigliola!

      Elimina
  3. Che meraviglia la cicerchiata!!! Un chiccho tira l'altro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero un chicco tira l'altro! Ma quanto è bello raccogliere il miele che rimane in fondo al piatto! Un bacio!

      Elimina
  4. bellissima .... quanto mi piacciono le tradizioni carnevalesche!!! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Anche a me piace il carnevale e i dolci tipici del periodo. A presto!

      Elimina
  5. E' vero, è uguale ai nostri struffoli, quindi di una bontà, e golosità, infinita!! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Assunta! Sono proprio buoni! Un caro saluto

      Elimina
  6. buonissimi li devo provare da ogi ti sequo se ti va unisciti al mio blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena! Sono felice di conoscerti! Passo subito nel tuo blog per curiosare! Ciao

      Elimina
  7. Ciao, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al primo contest del blog Fiore di Cappero dal titolo "AL CONTADINO NON FAR SAPERE COME E' BUONO IL FORMAGGIO CON LE PERE" (http://www.fioredicappero.com/2012/01/ecco-il-primo-contest-di-fiore-di.html)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco per l'invito! Per informazioni passo da te! Ciao

      Elimina
  8. Che golosità!! Se ce l'avessi ora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti posso dire con sincerità Margot che è finita nel giro di pochi minuti! A presto e buone vacanze!

      Elimina
  9. i strufoli...purtroppo io non li ho mai fatti...ma mia madre si e noi sorelle ne andiamo matte! prima o poi ci proverò! baci danyxxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela! Come stai? Prova,e vedrai che non è difficile la preparazione. Un bacio!

      Elimina
  10. Ciao Clo! Ma che meraviglia il tuo blog! Lo scopro solo ora! Bellissime le tue ricette! Questa della Cicerchiata è semplicemente fantastica, non la conoscevo! Complimenti ancora e buon week end!

    RispondiElimina
  11. Sono felice di conoscerti! Verrò presto a "curiosare" nel tuo blog. E' bello che attraverso le nostre ricette si possono conoscere le tradizioni del nostro paese. Un bacio! A presto!

    RispondiElimina
  12. buonissima la cicerchiata! :) la fa sempre anche mia nonna ;) a presto, buon weekend! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caro! Sei fortunata ad avere una nonna che ti coccola con i suoi dolci! Ti auguro un buon inizio di settimana!

      Elimina
  13. che meraviglia!!!mi piace tantissimo e dolci delle tradizioni sono sempre i migliori ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E' vero! Sono i migliori! Un bacio

      Elimina
  14. sai è un dolce che non ho mai assaggiato,mi vien voglia di farlo.provero',complimenti per la spiegazione e il blog,brava...ciao...ti seguo

    RispondiElimina
  15. E' un piacere conoscerti Ninì! Vedrai che è facile da preparare e sicuramente ti piacerà! Buon inizio di settimana

    RispondiElimina

Print/PDF