Benvenuto


Questo è il nostro spazio, che gestiremo insieme. Leggete i miei post, inviate i vostri commenti ed, insieme, cercheremo di rendere interessanti questi momenti dedicati a Noi ed al nostro Mondo.
Clo

giovedì 22 novembre 2012

Pane con farina di castagne



I Greci e i Romani decantavano la bellezza e la longevità del castagno (castanea sativa) infatti nei suoi scritti lo storico Senofonte (vissuto nel IV secolo a.C.) definisce il castagno "albero del pane".
 Quindi perchè non fare un buon pane con le castagne?
In mio aiuto ancora una volta è arrivata una ricetta di Rita Monastero, un pane gustoso e profumato che sicuramente troverà posto sulla mia tavola di Natale.

Ingredienti:
350 gr di farina 00
150 gr di farina di castagne
300 gr di lievito madre
230 circa d' acqua
un cucchiaio di olio d'oliva
un cucchiaino di malto
18 gr di sale 
60 gr gherigli di noci
60 gr di uvetta
rosmarino q.b.

Mettere a bagno l'uvetta in due dita d'acqua tiepida, tritare grossolanamente le noci e qualche ago di rosmarino. 
Setacciare le farine e formare una fontana sul piano di lavoro. Distribuire sul perimetro esterno il sale e al centro mettere l'olio e il malto Far scendere a filo l'acqua tiepida ed impastare fino ad ottenere un impasto ben sodo. Incorporare il lievito madre rinfrescato il giorno prima, lavorare energicamente fino a far ben amalgamare i due composti e sbattere l'impasto ogni tanto sul piano di lavoro. Dopo dieci minuti stendere con la pressione delle dita la pasta e formare un rettangolo. Distribuire l'uvetta sgocciolata e asciugata, le noci e il rosmarino. Arrotolare il pane, sigillare pinzando con la pressione delle dita e appoggiare il filone ottenuto in una teglia foderata con carta forno. Praticare tre tagli obliqui con un coltello,  lasciare lievitare il pane coperto con un telo pulito e leggermente umido fino a triplicare il suo volume. Infornare in forno caldo a 220° per 30 minuti, abbassare la temperatura a 180° e continuare la cottura per altri 30 minuti.
Lasciare freddare il pane su una gratella. 
Buonissimo l'accostamento di questo pane con il lardo da poco acquistato a Chiaromonte....Basilicata mon amour naturalmente!  




6 commenti:

  1. Sono perfettamente d'accordo.. se Senofonte ne decantava le qualità, direi che è un ottimo motivo per provarlo (da archeologa non posso esimermi!!) :D Un abbraccio e complimenti per questo pane, tanto splendido quanto ben fatto!! :) Smmuacckk!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! E' un pane molto profumato e gradevole. Fammi sapere!Un bacio!

      Elimina
  2. E' buonissimo questo pane...
    Ti abbraccio
    Buon venerdì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu per essere passata! Un bacio!!

      Elimina
  3. sono rapita da questa ricetta! ho cominciato a panificare con ottimi risultati con il lievito madre. voglio provare questo pane al più presto. grazie mille e complimenti
    rosalia

    RispondiElimina
  4. Grazie Rosalia! Anche io ormai preparo ogni settimana il pane con il lievito madre! Questo è veramente buono! Un bacio

    RispondiElimina

Print/PDF