Benvenuto


Questo è il nostro spazio, che gestiremo insieme. Leggete i miei post, inviate i vostri commenti ed, insieme, cercheremo di rendere interessanti questi momenti dedicati a Noi ed al nostro Mondo.
Clo

venerdì 29 luglio 2011

Eventi 2011: Buon compleanno Clo!

Oggi è il compleanno di Clo. So già che si arrabbierà per questa mia intrusione non autorizzata sul suo blog, ma vale la pena di rischiare le conseguenze per farle gli auguri e dirle che l'amo tanto.

Un mondo di bene, di giorni meravigliosi, di cose che ti piacciono ed il tempo per goderne.

Questo è il mio augurio,

Il marito innamorato di Clo


video

                 

giovedì 28 luglio 2011

Peperoni ripieni con mezze penne mozzarella e olive


Per 4 persone
Ingredienti:
2 peperoni rossi con la buccia spessa e con il picciolo
250 gr di penne rigate
1 striscia di peperone rosso (70 gr)
1 striscia di peperone giallo (70 gr)
1 strisciadi peperone verde (70 gr)
½ cipolla
120 gr di mozzarella
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
4 cucchiai di olive nere denocciolate
1 rametto di basilico
Sale q.b.
olio evo (extra vergine d'oliva)

Scaldare il forno a 180°. Lavare e asciugare i peperoni che saranno utilizzati per contenere la pasta. Tagliarli a metà per il lungo compreso il picciolo ed eliminare i semi e i filamenti bianchi all’interno. Ungere i peperoni all’esterno con un poco d’olio e appoggiarli su una teglia rivestita con carta forno. Imbottire i peperoni con carta d’alluminio accartocciata, in modo che i peperoni non si sformino in cottura. Cuocere per circa 20/30 minuti, girandoli spesso (devono ammorbidirsi e non arrostire), se si seccano troppo ungere ancora l’esterno. Togliere i peperoni dal forno, lasciarli freddare e togliere l’imbottitura di alluminio.
Lavare e asciugare le strisce dei peperoni da utilizzare per il condimento e arrostirle per 5 minuti sul gas o al forno (solo la parte esterna). Mettere i pezzi di peperone in un sacchetto di carta per circa 10 minuti, spellarli e tagliarli a dadini di circa 1 cm.Versare in una padella un poco d’olio, unire la cipolla tritata e lasciare insaporire per circa 3 minuti. Unire i dadini di peperone, salare e far cuocere per 2 minuti. Spengere il fuoco e unire le olive tagliate a rondelle di 3 mm. Lessare la pasta al dente e metterla nella padella con un poco d’acqua di cottura. Far insaporire il tutto a fiamma vivace per 2 minuti. A fuoco spento, aggiungere la mozzarella tagliata a dadini, il cucchiaio di pecorino e qualche foglia di basilico spezzettata con le mani. Mescolare bene, riempire con la pasta i mezzi peperoni e avvolgerli con carta alluminio (fare un cartoccio). Infornare per circa 10 minuti a 180° fino a scioglimento della mozzarella. Togliere la carta d’alluminio e servire i mezzi peperoni ripieni.

martedì 26 luglio 2011

Sushi mediterraneo



Ingredienti:
500 gr di riso per sushi (si può sostituire con riso a chicco piccolo e tondo tipo originario, balilla, roma)
6oo ml di acqua
70 ml di aceto di riso o di mele
20 gr gr di zucchero
la punta di un cucchiaino di sale
salsa wasabi q.b.
salsa di soia q.b.
fettine di salmone affumicato non troppo fine
foglie grandi di bieta

Versare il riso un una ciotola grande, lavarlo mescolando delicatamente con le mani. Ripetere l'operazione di lavaggio per 2 o 3 volte finchè l'acqua non resta limpida. Sgocciolare il riso per circa un'ora.
In una pentola capiente mettere il riso e versare l'acqua che deve essere sempre poco più del peso del riso (per 1kg di riso l'acqua sarà 1200 ml). Accendere il fuoco, mettere il coperchio e alzare al massimo la fiamma. Passati due minuti dall’inizio del bollore diminuire un poco la fiamma e lasciar cuocere per cinque minuti, abbassare ancora al minimo e proseguire la cottura per altri cinque minuti. Non bisogna mai alzare il coperchio durante la cottura.Togliere dal fuoco la pentola dare un'occhiata al riso e lasciare riposare con il coperchio per 20 minuti. Nel frattempo scaldare l'aceto con lo zucchero e il sale senza farlo bollire.Versare il riso in una terrina (di legno o di plastica), larga e bassa inumidita con un po’della salsa d’aceto; mescolare con un cucchiaio di legno, senza schiacciare e versare poco alla volta la salsa di aceto rimasta; nel frattempo fare aria con un ventaglio o un cartoncino perché il riso resti lucido. Coprire il riso con un canovaccio pulito ed inumidito senza mettere in frigo. Versare in una ciotola acqua e aceto in parti uguali e inumidire le mani. Prendere una cucchiaiata di riso. Lavorare delicatamente e il meno possibile con le mani a formare una polpettina ovale di 5/2 cm circa; allineare le polpettine pronte su un foglio di carta oleata. Fare un leggero incavo nel senso della lunghezza delle polpettine e spalmare pochissima salsa wasabi. Tagliare le fettine di salmone a forma rettangolare e ricavare delle strisce della lunghezza necessaria per avvolgere le polpettine di riso. Avvolgere le strisce di salmone attorno alle polpettine facendo attenzione a non romperle. Legare con striscioline di foglie di bieta precedentemente scottate in acqua bollente salata. Allineare i bocconcini su un piatto scuro o di vimini e servirli con vicino una ciotola di salsa di soia al naturale, dove ogni commensale intingerà i bocconcini. Sayonara



venerdì 22 luglio 2011

Pomodori ripieni di riso



I pomodori ripieni di riso appartengono alla cultura gastronomica romana. Il riso viene messo crudo, saranno i liquidi della salsa a farlo cuocere e insaporire al forno. Piatto fresco e leggero ottimo per la stagione estiva. Si può preparare in anticipo perché è buono sia tiepido che freddo. Viene servito come piatto unico o come antipasto.

Per 2 persone
Ingredienti:
4 pomodori rotondi maturi e sodi
4 cucchiai di riso per risotti
Basilico, prezzemolo q.b.
Poco origano
Sale, pepe q.b.
1 spicchio di aglio
Olio evo (extra vergine d’oliva) q.b.
3 patate

Lavare ed asciugare i pomodori; capovolgerli e tagliare in senso orizzontale una calotta nella parte superiore che servirà da coperchio. Incidere la polpa interna lungo i bordi con un coltello. Con un cucchiaio scavare delicatamente e togliere tutta la polpa. Salare l’interno dei pomodori, capovolgerli e lasciarli scolare per un’ora su una gratella per eliminare l’acqua.
Passare la polpa di pomodoro con il passaverdure o tagliare i pezzi più grossi con il coltello e schiacciare con una forchetta. Mettere la polpa in una capiente ciotola, salare, pepare. Aggiungere il riso crudo lavato, il trito di basilico e prezzemolo, un pizzico di origano, l’aglio tritato, condire con un filo di olio evo e aggiustare di sale e pepe. Mescolare bene e lasciare riposare in frigo per circa due ore. Passato questo tempo riempire i pomodori con il riso e chiuderli con la calotta precedentemente tagliata. Sistemarli in una teglia da forno e lasciare un poco di spazio tra un pomodoro e l'altro.
Pulire le patate e tagliarle a cubetti. Condirle con sale, pepe, origano e olio evo. Riempire gli spazi tra i pomodori con le patate. Versare un filo d'olio evo sui pomodori e infornare in forno già caldo a 200° per circa quaranta minuti.


mercoledì 20 luglio 2011

Zucchine marinate al profumo di limone e menta



Per 4 persone
Ingredienti:
500 gr di zucchine non troppo piccole
olio evo o olio di arachidi per friggere q.b.
100 ml di aceto (un bicchiere)
due spicchi di aglio
un rametto di menta
un limone non trattato, con  buccia spessa
sale q.b.
un poco di prezzemolo

Lavare, spuntare ed asciugare le zucchine; tagliarle a rotelle e passarle nella farina. In una padella versare l’olio e portarlo a temperatura di frittura (caldo ma non fumante). Togliere alle zucchine la farina in eccesso e friggerle tre minuti per parte fino a leggera doratura. Scolare con un mestolo forato e far assorbire l'olio in eccesso su carta da cucina; salare.


Per la marinata mettere tre cucchiai di olio in una padella, i due spicchi di aglio sbucciati e leggermente schiacciati. Cuocere per un minuto, aggiungere cinque fette di limone alte mezzo cm. e il rametto di menta; lasciare insaporire per un minuto. Allontanare la padella dal fuoco, versare l’aceto, un bicchiere di acqua e salare. Rimettere la padella sul fuoco, portare a bollore e fare addensare per circa 15 minuti a fuoco medio. Sistemare le fettine di zucchina in un recipiente fondo. Versare la marinata calda sulle zucchine dopo aver tolto l’aglio e la menta e non le fettine di limone. Lasciare freddare fuori dal frigo per qualche ora. Distribuire sull’ultimo strato del prezzemolo tritato. Sigillare bene con pellicola trasparente e sistemare la preparazione nella parte meno fredda del frigo. Questa marinata si può conservare per alcuni giorni.

martedì 19 luglio 2011

I consigli di Clo: ricetta per un weekend perfetto a Le Rocher Hotel di Champoluc

Per 2 persone
Ingredienti:
un incantevole albergo nella val d’Ayas: le Rocher Hotel
un Ospite (Giulio) e il suo relation team (Fulvia) professionali e accoglienti,
un corso de “La Scuola de la Cucina Italiana” con un’assistente carina e competente (Monica)
uno chef simpatico e disponibile: Valerio Angelino Catella
allievi: due coppie di Cassino, una ragazza e suo fratello (la felicità vien..cucinando), due romani, alunne in vacanza del posto q.b.
la Val d’Aosta
tempo bellissimo

Disponete l’albergo nel suo panorama mozzafiato. Predisponete un corso della cucina italiana ben organizzato ed interessante. Sistemate nel corso uno chef di grande fama ma simpatico, bello (lo dice lui) e molto disponibile. In una sala dell’albergo disponete in modo ordinato ed attento gli allievi. La preparazione della ricetta deve durare almeno tre giorni con degli intervalli per dormire, mangiare in albergo le ottime preparazioni della cucina locale, fare delle interessanti escursioni nella bellissima Val D’Ayas.
Condite il tutto con un tempo magnifico, panorami da brivido unici ed emozionanti, la simpatia, la serietà, l’affiatamento dei partecipanti e la verve di un eclettico chef.
La ricetta è stata preparata lo scorso weekend ed è risultata ottima. La consigliamo a tutti gli amanti della buona cucina, della montagna e del relax. Durante il soggiorno sono state scattate molte foto sia ai piatti che ai partecipanti dallo staff della scuola ed alcune da me che vi propongo.
Buon divertimento.

















L'ottava meraviglia del mondo
Il Monte Bianco










lunedì 18 luglio 2011

Eventi 2011: weekend di Rosanera


Ancora i nostri amici del Parco Filippo Neri in evidenza.
Nell'ambito delle rappresentazioni del 23 e 24 Luglio a Cervara ed Arsoli della messinscena "Alchimia di Rosanera" del Centro Universitario Teatrale, ci hanno comunicato alcune loro proposte per il weekend.
Di seguito, Vi forniamo i link alle locandine degli eventi a Cervara ed Arsoli delle rappresentazioni teatrali e l'opuscolo nel quale poter trovare tutti gli indirizzi ed i riferimenti delle strutture di accoglienza.

Locandina Cervara
Locandina Arsoli
Opuscolo e ricettività

Queste sono alcune delle proposte che ci hanno anticipato e che Vi trasferiamo:

Arsoli e Cervara hanno un patto di ricettività per il weekend di Rosanera per cui Locanda dell'Orso a Prataglia, Villa Giuditta a Cervara, Sartana Café e Locanda degli artisti a Campaegli, Locanda del Fontanile ad Arsoli, sono uniti nella proposta:
- pernottamento in B & B 60 euro la camera matrimoniale /doppia
- Cena Letteraria Passione di Hebèrt e Rosanera con piatti tipici locali cervaroli (selezione di formaggi freschi e stagionati locali, salumi; sagne fatte in casa al sugo e pecora al coccio; selezione di verdure di stagione e ciammellette al vino): da 20 a 30 euro il menu, a seconda delle portate e se sono comprese le degustazioni francesi della regione del Rodano-Alpi, in onore di Hebèrt. bevande incluse.

Menu letterario



mercoledì 13 luglio 2011

Pollo con peperoni


Il pollo con peperoni è un classico estivo della cucina romana, sempre presente nel menù di ferragosto. Piatto semplice ma molto gustoso. Consiglio di portare a tavola fette di pane casareccio perché, la “scarpetta”, è d’obbligo nel sughetto finale di questo piatto.

Ingredienti:
un pollo ruspante di circa 1 Kg.
3 peperoni dolci (2 gialli, 1 rosso)
un bicchiere di vino bianco secco
olio evo (extravergine d’oliva) circa mezzo bicchiere
2 spicchi di aglio vestiti
Sale, pepe q.b.
5 pomodori san Marzano rossi e sodi (o pelati)

Fiammeggiare il pollo, lavare, asciugare con carta da cucina e tagliare a piccoli pezzi. Lavare, asciugare i peperoni, privarli dei semi, dei filamenti bianchi e tagliarli a falde larghe. Lavare i pomodori tagliarli a metà nel senso della lunghezza, privarli dei semi e tagliarli a filetti. In una padella larga e alta mettere l’olio con gli spicchi d’aglio leggermente sghiacciati; appena l’aglio sarà imbiondito toglierlo. Disporre il pollo nella padella, salare, pepare e farlo rosolare a fuoco vivace per circa un quarto d’ora. Versare nella padella (no sul pollo) il vino, lasciare evaporare un attimo, aggiungere i peperoni e i pomodori. Lasciare cuocere con il coperchio per circa tre quarti d’ora a fuoco moderato. Se serve aggiungere acqua calda (se il sughetto si restringe troppo). 

venerdì 8 luglio 2011

Liquore di cedrina



La cedrina o limoncina è un arbusto alto fino a 2,5 metri, originaria del sud America (Cile, Perù) è coltivata ora anche in  Europa specie in Italia. Per le sue proprietà aromatiche (le sue foglie sono ricche di oli essenziali complessi dall’intenso profumo di limone) è molto sfruttata in profumeria e, in cucina è utilizzata per preparare liquori e grappe. Il liquore di cedrina è aromatico e digestivo. Và servito a fine pasto come digestivo, o come bevanda dissetante diluito nell’acqua ghiacciata. Bere con moderazione perché è sempre un liquore.

Ingredienti:
60 foglie di cedrina
500 ml di alcool a 95°
500 ml di acqua
400 ml di zucchero
un limone non trattato

 

Raccogliere le foglie di cedrina non trattate (preferire quelle dopo la fioritura); lavarle bene e asciugarle con un canovaccio pulito. Lavare il limone, asciugarlo e asportare la scorza con il pelapatate, senza la parte bianca che è amarognola. Mettere le foglie di cedrina con la buccia del limone in un barattolo a chiusura ermetica; aggiungere l’alcool, chiudere e lasciare riposare per circa 2 settimane. Agitare il barattolo ogni tanto.


Passato questo tempo mettere a bollire a fiamma bassa per 6/7 minuti l’acqua con lo zucchero per preparare lo sciroppo; lasciare freddare. Filtrare l'infuso con un passimo molto fino per eliminare le foglie ed il limone. Mescolare il liquido filtrato allo sciroppo freddo (se lo sciroppo è tiepido il liquore risulterà opaco). Imbottigliare la cedrina ed attendere qualche settimana prima di berlo.


giovedì 7 luglio 2011

Filetto di manzo con senape



Per 4 persone
Ingredienti:
4 fette di filetto di manzo
4 rametti di rosmarino
senape q.b.
salsa Worchester
un bicchiere scarso di vino bianco secco
50 gr di burro
sale, pepe q.b.
pepe rosa

Infilzare i rametti di rosmarino nelle fette di carne da una parte all'altra come se steste facendo un punto di imbastitura e spennellare con la senape entrambi i lati. Mettere sul fuoco una padella con il burro, sistemarvi dentro i filetti e lasciare che prendano colore su tutti e due i lati. Irrorare la carne con la salsa Worchester, pepare con pepe macinato fresco e salare a piacere. Versare il vino e lasciare evaporare.
Servire i filetti con insalata cappuccina e guarnire con pepe rosa.

La cottura del filetto deve essere veloce; la carne all’interno deve risultare rosa.

mercoledì 6 luglio 2011

Tzatziki-salsa greca



Questi cetrioli arrivano direttamente dall’orto dei genitori di Nik a Chiaromonte (PZ) . Per far notare le dimensioni ho messo vicino un uovo. Ho subito pensato che con questo caldo, l’ideale era preparare lo Tzatziki una salsa greca a base di yogurt e cetrioli, che và servita fredda  per accompagnare carne alla brace o pesce, su pane tostato caldo, oppure a temperatura ambiente sulle insalate. Il contrasto caldo-freddo è veramente ottimo. Lo tzatziki può rimanere in frigo fino a cinque giorni. Lo yogurt deve essere quello greco perché più denso e compatto.

Per 2 persone
Ingredienti:
una confezione di yogurt greco da 170 gr
un cetriolo
due spicchi d’aglio (io ne ho messo uno)
un cucchiaio di aceto (o succo di limone q.b.)
due cucchiai di olio extravergine d’oliva
4/5 foglie di menta
Un cucchiaino raso di sale

Lavare, asciugare il cetriolo e grattugiarlo. Mettere la poltiglia ottenuta in un colino, salare e lasciare scolare dai liquidi amarognoli per circa venti minuti. In una ciotola versare lo yogurt e con una frusta a mano incorporare l’aglio frullato (o grattato), la polpa del cetriolo ben strizzata con le mani, l’aceto, l’olio, le foglie di menta tritate fini con il coltello e salare. Se piace si può aggiungere più aglio o cetriolo. Per accompagnare il pesce è preferibile non esagerare con l’aglio.
Mescolare bene, sistemare la salsa in una ciotola e guarnire con foglie di menta.





Print/PDF